👉MICHELE BRUNETTI
 

Uno dei talenti più lucenti della “velocità”, targata Trieste Atletica, risponde al nome di Michele Brunetti. L’atleta, classe 2001 e protagonista di una stagione ricca di soddisfazioni a livello regionale e nazionale, ai Campionati Regionali Individuali e di Società Allievi della scorsa settimana ha colto due vittorie: nei 110hs e nei 200m. Queste ottime prestazioni riempiono di ulteriore fiducia Michele in vista degli ultimi impegni stagionali.

Durante lo scorso weekend sei stato impegnato alle gare, svoltesi sulla pista di Pordenone. Come stai fisicamente e com’è andata?

Era la prima gara dopo l’estate e la condizione di forma non poteva essere di certo la migliore. Avevamo calcolato che il picco si verificasse proprio in corrispondenza dell’evento più importante dell’anno ovvero i Campionati Italiani Allievi, tenutisi a Rieti (per Michele primo posto nella finalina con il PB di 14.49 sui 110 Hs).

Quali sono le prossime gare in cui ti vedremo impegnato e quali i tuoi obiettivi?

La prossima gara sarà la finale Nazionale dei Campionati di Società Allievi che si terranno il 29 e il 30 settembre a Cinisello Balsamo (MI), un evento che sarebbe ancora più prezioso se coronato dalla partecipazione alla Finale A, ancora in dubbio.

La gara in cui ti sei distinto finora sono stati sicuramente i 110 ostacoli. Ti piacerebbe spaziare di più su altre gare o preferiresti continuare a concentrarti su questa?

Per il momento l’età non mi permette ancora di capire quale sia la specialità più adatta alle mie caratteristiche. Non saprei dunque se continuerò solo con i 110 ostacoli. Non escludo la possibilità, e non mi dispiacerebbe, in un futuro anche prossimo, dedicarmi anche a gare più lunghe come i 400 ostacoli o i 200. Neppure i 100 sono da scartare.

Tu frequenti il quarto anno del Liceo sportivo. In quale misura la scuola ti agevola per affrontare lo sport senza avere troppo la pressione dello studio addosso?

Sicuramente un po’ aiuta. È un aiuto comunque appena sufficiente. Infatti solo alcuni dei professori concedono delle interrogazioni programmate. Il sostegno più importante che ci viene dato è quello di proporci una mole di interrogazioni minore , rispetto al solito, nella settimana successiva ai weekend di gare.

GRAZIE MICHELE!!!! Ti auguriamo il meglio!!!!