LA TRIESTE ATLETICA AMPLIA ANCOR DI PIU’ I PROPRI ORIZZONTI: PRESENTATA L’INIZIATIVA “LE AVVENTURE DEL MULO UCIO” DEDICATA AI BAMBINI E BAMBINE DAI 3 AI 5 ANNI

Fin dalla sua nascita la Trieste Atletica ha dimostrato di possedere nel suo dna, la capacità di esplorare nuove strade per coltivare la passione sportiva assieme a tutta la cittadinanza, senza lasciare nessuno in panchina. Anche questo settembre la società gialloblu ha tenuto fede alla sua mission, proponendo l’iniziativa “Le avventure del Mulo Ucio”, che vuole trasmettere ai bambini e alle bambine, dai tre ai cinque anni, degli spunti per il loro successivo sviluppo coordinativo-motorio attraverso il gioco. La responsabile del progetto è la chinesiologa Alessia Sergon che spiega:

“Questa idea è nata dopo che ho osservato ciò che mi stava attorno e dopo essermi confrontata con altre mamme. I bambini, soprattutto a causa del periodo pandemico, sono usciti veramente poco e a Trieste le iniziative dedicate all’apprendimento motorio di questa fascia d’età sono valide ma poche e costose. Così sono nate le Avventure del Mulo Ucio”.

Questo nuovo progetto gialloblu si articolerà in quattro giornate (sabato 11 e sabato 25 settembre, sabato 9 e sabato 23 ottobre) che si svolgeranno al Campo Draghiccio di Cologna. I partecipanti potranno anche prendere parte a solo un incontro. L’iscrizione è GRATUITA e si può fare compilando il modulo d’iscrizione su questo sito www.triesteatletica.com.

“Il nostro obiettivo è dare gli strumenti ai piccoli partecipanti, accompagnati da un genitore che svolgerà un ruolo attivo, per praticare le azioni motorie di base (camminare, saltare, correre, lanciare, afferrare) seguendo il filo di una storia dove i protagonisti saranno il Mulo Ucio e i bambini mentre io mi trasformerò nella Fata Spighetta. Per dare ai piccoli degli spunti, che gli agevoleranno nel proprio futuro sviluppo fisico-coordinativo, ci focalizzeremo dunque sul rapporto tra l’emozione provocata al bambino dalla storia raccontata e la sua conseguente voglia di muoversi e eseguire delle indicazioni per esserne protagonista”, conclude Alessia Sergon.

Seguici sui nostri social!